SAT 1st JUNE 2024 // 10th Edition

IRONIK FESTIVAL +024

READY FOR THE PARTY?

LINE UP

LIVE AND
DJ SET

1

AFRIKA BAMBAATAA

LIVE
2

ANGELA COLOMBINO

DJSET
3

FABIO TALLO

LIVE
4

HILMAR ARNASØN

DJSET
5_1

HUNK OF A MAN

DJSET
6

I AGAINST ME

DJSET
7

KABARET MAKER

DJSET
8

SONIC PULSE

Max Scanu b2b Simone Soya

LOCATION

MUSEO
MAP PERFUGAS

IRONIK

EXPLORING
AVENUE OF ART
AND ECLECTIC
MUSIC

When it was born in 2008, we decided to call it “Pik Nik Electronik”, in a strictly niche and closed-number form, far from the glossy Sardinia of the summer months, off the tourist routes, the idea was not to create a festival, but a global village, where a community of people chose each year to meet and share a different experience.
Nowadays, the festival has changed its name to Ironik and hosts national and international artists, as well as a section dedicated to new emerging talents. Characterised not only by the music on offer, it is also an opportunity to get to know a part of authentic territory
with a remarkable identity where Sardinia still jealously preserves, perceives and experiences art in a multidisciplinary perspective, music, food, history.

Ironik has been on stage continuously since 2008
enthralling and stimulating an extraordinary audience, which once a year makes our island the centre of electronic, contemporary avant-garde music.

Ironik is a way of getting together, sharing passions, right inputs and new ideas.

Cando amus cumintzadu in su duamiza e otto (2008) , a su ki aiamus in bidea de fagher, nos fit piaghidu a li ponner Pik Nik Electronik. Su ki ndi keriamus pesare fit carki cosa ki esseret istada pro pagos e bonos, gai nadu, e ki epperet appidu pagu puru ite fagher cun sa idea de sa Sardigna “a sa moda” fatta solu de istìu e de mare. Su ki keriamus cumintzare a fagher non fit unu “festival”, a li narrer gai, ma comente una idda de su mundu, ue sa zente annu cun annu seberaiat su logu a ue abbojare pro s’ider unu cun s’atteru, e sende igue, bider, intender, iskire contos de vida de kie fit benzende dae atteru logu.

A dies de oe tottu custu , custu festival, si narat Ironik. B’at artistas natzionales e internatzionales, e in pius b’at logu puru pro sas levas noas ki sun cumintzende a si fagher connoskere.

“Ironik” si distinghet non solu pro su repertoriu musicale ki presentat ma puru proite dat manera de connosker su logu ue si faghet cust’abboju, sa idda, e-i su logu pius mannu , sa Sardigna. Sa Sardigna cun s’istoria sua pius bera , s’anima sua, sas traditziones ki s’aunin in custa occasione a s’arte bida e presentada de tantas maneras.

Dae cando at cumintzadu in su 2008, su ki como si narat “Ironik”, annu cun annu no’ at mancadu mai de ingustare e fagher appassionare unu pubblicu bellu de zente amantiosa de custu “festival”. Est dae custu pubblicu ki s’isula nostra, pro carki die a s’annu, benit a esser su mezus logu ue intender sa musica elettronica de su tempus nostru e de “avanguardia”, gai nada. Ironik est comente una manera pro s’agattare unu cun s’atteru, cun passiones ki aunin, istimulos bellos e bideas noas.

Quando nacque nel 2008 ci piaceva chiamarlo Pik Nik Electronik, in forma strettamente di nicchia e numero chiuso,lontani dalla Sardegna patinata dei mesi estivi, fuori dalle rotte turistiche, lʼidea non era quella di dar vita ad un festival,ma ad un paese globale,dove una comunità di persone sceglieva ogni anno di incontrarsi e condividere unʼesperienza diversa. 

Oggi giorno il festival ha mutato il nome in Ironik ,ospita artisti di livello nazionale e internazionale, e una sezione dedicata ai nuovi talenti emergenti. Ironik Festival non si caratterizza solo per l'offerta musicale ma è anche l'occasione per conoscere una parte di territorio autentico, con una notevole identità dove la Sardegna conserva, e ancora gelosamente preserva, percepire e vivere l’arte in un ottica multidisciplinare, la musica, il cibo, la storia.

Ironik va in scena ininterrottamente dal 2008  appassionando e stimolando un pubblico straordinario, che una volta all’anno fà della nostra isola il centro della musica elettronica, contemporanea d’avanguardia.

Ironik è un modo per ritrovarsi assieme, condividere passioni, giusti input e nuove idee.

When it was born in 2008, we decided to call it “Pik Nik Electronik”, in a strictly niche and closed-number form, far from the glossy Sardinia of the summer months, off the tourist routes, the idea was not to create a festival, but a global village, where a community of people chose each year to meet and share a different experience.
Nowadays, the festival has changed its name to Ironik and hosts national and international artists, as well as a section dedicated to new emerging talents. Characterised not only by the music on offer, it is also an opportunity to get to know a part of authentic territory
with a remarkable identity where Sardinia still jealously preserves, perceives and experiences art in a multidisciplinary perspective, music, food, history.

Ironik has been on stage continuously since 2008
enthralling and stimulating an extraordinary audience, which once a year makes our island the centre of electronic, contemporary avant-garde music.

Ironik is a way of getting together, sharing passions, right inputs and new ideas.

Cando amus cumintzadu in su duamiza e otto (2008) , a su ki aiamus in bidea de fagher, nos fit piaghidu a li ponner Pik Nik Electronik. Su ki ndi keriamus pesare fit carki cosa ki esseret istada pro pagos e bonos, gai nadu, e ki epperet appidu pagu puru ite fagher cun sa idea de sa Sardigna “a sa moda” fatta solu de istìu e de mare. Su ki keriamus cumintzare a fagher non fit unu “festival”, a li narrer gai, ma comente una idda de su mundu, ue sa zente annu cun annu seberaiat su logu a ue abbojare pro s’ider unu cun s’atteru, e sende igue, bider, intender, iskire contos de vida de kie fit benzende dae atteru logu.

A dies de oe tottu custu , custu festival, si narat Ironik. B’at artistas natzionales e internatzionales, e in pius b’at logu puru pro sas levas noas ki sun cumintzende a si fagher connoskere.

“Ironik” si distinghet non solu pro su repertoriu musicale ki presentat ma puru proite dat manera de connosker su logu ue si faghet cust’abboju, sa idda, e-i su logu pius mannu , sa Sardigna. Sa Sardigna cun s’istoria sua pius bera , s’anima sua, sas traditziones ki s’aunin in custa occasione a s’arte bida e presentada de tantas maneras.

Dae cando at cumintzadu in su 2008, su ki como si narat “Ironik”, annu cun annu no’ at mancadu mai de ingustare e fagher appassionare unu pubblicu bellu de zente amantiosa de custu “festival”. Est dae custu pubblicu ki s’isula nostra, pro carki die a s’annu, benit a esser su mezus logu ue intender sa musica elettronica de su tempus nostru e de “avanguardia”, gai nada. Ironik est comente una manera pro s’agattare unu cun s’atteru, cun passiones ki aunin, istimulos bellos e bideas noas.

Quando nacque nel 2008 ci piaceva chiamarlo Pik Nik Electronik, in forma strettamente di nicchia e numero chiuso,lontani dalla Sardegna patinata dei mesi estivi, fuori dalle rotte turistiche, lʼidea non era quella di dar vita ad un festival,ma ad un paese globale,dove una comunità di persone sceglieva ogni anno di incontrarsi e condividere unʼesperienza diversa. 

Oggi giorno il festival ha mutato il nome in Ironik ,ospita artisti di livello nazionale e internazionale, e una sezione dedicata ai nuovi talenti emergenti.Caratterizzandosi non solo per l'offerta musicale ma è anche l'occasione per conoscere una parte di territorio autentico, con una notevole identità dove la Sardegna conserva, e ancora gelosamente preserva,percepire e vivere l’arte in un ottica multidisciplinare, la musica, il cibo, la storia.

Ironik va in scena ininterrottamente dal 2008  appassionando e stimolando un pubblico straordinario, che una volta all’anno fà della nostra isola il centro della musica elettronica, contemporanea d’avanguardia.

Ironik è un modo per ritrovarsi assieme, condividere passioni, giusti input e nuove idee.

Supported and translated by Giovan Santo Damiano from Perfugas.

SONOS & SOUNDS

Over the course of ten years , SONOS & sounds has hosted artist from around the world!

  • THOMAS BRINKMANN
  • THE ORB
  • HOWIE B
  • PRESIDENT BONGO (Gus Gus)
  • DANIELE BALDELLI
  • CLAUDIO PRC
  • FANGO
  • STREET PREACHER
  • ONE EAT ONE
  • PASQUALE MIRRA (C'MON TIGRE)
  • THOMAS BRINKMANN
  • THE ORB
  • HOWIE B
  • PRESIDENT BONGO (Gus Gus)
  • DANIELE BALDELLI
  • CLAUDIO PRC
  • FANGO
  • AKURO
  • ARPXP
  • STREET PREACHER
  • ONE EAT ONE
  • PASQUALE MIRRA (C'MON TIGRE)
  • ARROGALLA
  • ENZO FAVATA
  • LEA DOBRICIC
  • KABARET MAKER
  • HITO
  • ALEX GAMEZ
  • ALESSIO MEREU
  • MICHU
  • ASFERICO
  • SAFFRONKEIRA
  • MARIO MASSA
  • WITXES
  • SAVE YOUR ATOLL
  • MOSES CONCAS
  • NOI
  • DJ DATCH
  • LILLIES ON MARS
  • ARROGALLA
  • ENZO FAVATA
  • LEA DOBRICIC
  • KABARET MAKER
  • HITO
  • ALEX GAMEZ
  • ARPXP
  • MICHU
  • AKURO
  • DJ DATCH
  • ASFERICO
  • SAFFRONKEIRA
  • MARIO MASSA
  • WITXES
  • SAVE YOUR ATOLL
  • MOSES CONCAS
  • NOI
  • LILLIES ON MARS
  • ALESSIO MEREU

#ironikfestival

𓃰
COME RAGGIUNGERE IL FESTIVAL
Ironik si svolgerà all’interno del giardino del MAP /Museo Archeologico Paleobotanico dell’omonimo paese
PERFUGAS (SS)
🚘❒ Perfugas (SS) si trova in Anglona, regione situata nel Nord Sardegna.
E’ facilmente raggiungibile dalla strada a scorrimento veloce per Sassari (Km. 48-30minuti) e Tempio Pausania (Km. 25-20 minuti), sulla strada statale n. 127 per Sassari e Olbia (60 minuti), sulla strada provinciale per Valledoria che collega anche Castelsardo e Santa Teresa di Gallura. Dista circa 70 Km. da Olbia e da Porto Torres, circa 80 km da Alghero,e 220 km da Cagliari.
————————————
🚂in treno - in pullman visita il sito
dei trasporti in Sardegna Arst
http://www.arst.sardegna.it
▒ ░ ░ ▒ ░ ░ ▒ ░ ░ ▒ ░
-————————————
IRONIK# 024 
★ Exploring avenue of art and ecletic music
10th anniversary 
-———————
https://ironikfestival.com
#ironikfestival2023
Utilizza il tuo bonus 18app per IRONIK 2024
richiedi ora il bonus , visita il sito 18app.Italia.it
IRONIK festival X edition
🔸Saturday 1st June book your tour 
🔺Sabato 1 giugno puoi prenotare la tua visita guidata all’interno del museo 
📍Info @map_perfugas
🔴IRONIK  festival 
🟠1st june 024 /10 th edition 
🟡 @map_perfugas 
Exploring avenue of art and eclectic sound
• link in bio 
—————-
#ironik festival 2024
➖
Non vi abbiamo ancora raccontato di quando l Ethno’s Festival Letterario ha fatto tappa al Museo Nivola di Orani Una giornata calda all’insegna della sinergia tra festival, musica e letteratura, in un luogo magico, tra i più belli della Sardegna, che trasuda storia e cultura. Tutto questo è stato possibile grazie alla sinergia tra l Ethno’s Festival Letterario e il festival di musica elettronica Ironik festival e la scuola di scrittura italiana Londra Scrive. Il racconto di un’epoca in bilico.
𝐋𝐚𝐬𝐭 𝐋𝐨𝐯𝐞 𝐏𝐚𝐫𝐚𝐝𝐞 (IlSaggiatore, 2022) racconta un ritmo che ha fatto pulsare il mondo e incarnato i sentimenti collettivi degli ultimi decenni.
Marco Mancassola, accompagnato da Francesca Arca, ci ha raccontato un po’ di se e del viaggio di due ragazzi della provincia italiana incontratisi su una pista da ballo.
Nasce un gemellaggio di carne, sudore e fasci di nervi. 
Un’amicizia fatta di meraviglia, di faticosi viaggi verso Amsterdam, Londra, Berlino, Bangkok. 
A guidarli sono le onde della musica – di una musica nuova, artificiale ma urgentemente fisica. Il club, la festa perfetta, il dj. Il richiamo eterno di un suono che li attende da sempre. 
Al viaggio dei due protagonisti si intreccia la storia della cultura dance e del suo assorbire gli umori della società, della politica che entra nei corpi. Un momento – l’ultimo scorcio del Novecento – in cui l’euforia edonista si trasforma in lutto, e così si giunge alla tragedia dell’ultima Love Parade: grande rito generazionale di un’Europa ormai non più festosa, e di un’inquietudine che lascia posto, infine, a una nostalgia senza più barriere.
A testimoniare le parole di Marco Mancassola 
Kabaret Maker e Hilmar Arnason che, con i loro bit, hanno animato e fatto rivivere per una giornata quelle atmosfere del periodo a cavallo tra fine anni novanta e primi duemila.
➖
@ethnosfestival_letterario 
@museo_nivola 
@luca_cheri 
@marco.mancassola 
@_kabaret_maker_ 
@hilmar.arnason 
@francescaarca_fra
#lastloveparade #museonivolaorani

Torna in alto